icona rock.it icona youtube icona facebook

PRESS

Folk d'autore
Esce il 15 Dicembre Se fosse per me, il nuovo disco del gruppo pisano Delirememami - di Alfredo Cristallo
Venerdí 14 Dicembre 2012, 19:35

Io spero che questo disco abbia un grande successo. Perché il gruppo lo merita, perché l'album ha tutti i numeri per essere un lavoro convincente e perché, insomma, questa sembra essere la volta buona. Sono passati ormai otto anni dacché questa band si é formata come evoluzione di progetti precedenti (Paura di Reagan e Notanova) e della saga personale e professionale del carismatico e funambolico cantautore e chitarrista Marco "Memme" Catola.
In questi anni, il gruppo ha pubblicato 2 demo (2004 e 2007) e 2 LP Liberi Come Me (2009) e Perché Prima Non Sarebbe Stato Adesso (2010), ambedue registrati dal vivo alla Centrale di Pisa; ha partecipato alla compilation Musiche della Resistenza con il brano I Morti Di Reggio Emilia. La loro trascinante e contagiosa vitalità scenica li ha condotti a una ricchissima attività live insieme a gruppi come i Buena Vista Social Club, Bandabardò, Nomadi, Roy Paci & Aretuska, Casinò Royale, 24 Grana, Brunori SAS, E' Zézi: hanno anche vinto il premio Tirreno Web nell'Aprile 2009. Sono passati 2 anni dall'ultimo LP e il gruppo ha cambiato fisionomia. La line-up formata da Memme, Daniele Burchi (chitarra), Marco Marini (flauto, synth) e Anna Raffa (voce), si è arricchita di una nuova potente sezione ritmica con Roberto "Bufera" Fruzzetti e Donatella "Doda" Mariotti (basso, contrabbasso).
I nuovi arrivi hanno migliorato le potenzialità del gruppo. E come dimostra il nuovo album Se Fosse Per Me, in uscita il 15/12/2012 e presentato la sera stessa al Borderline di Pisa, tutto il gruppo ha acquisito maggiore compattezza e inventiva. La loro musica figlia della tradizione cantautorale italiana mescolata a ritmi folk e veementi patchanke e arricchita dai testi militanti di Catola, fluisce ora in scioltezza senza tuttavia perdere la tipica fisionomia spumeggiante.
Il classico combat folk è sempre lì a farla da padrone, ma impreziosito ora da nuove e fresche gemme: il flauto mariachi e il motivetto accattivante di Quel Che Posso, le cadenze caraibiche movimentate dalle 2 voci di Memme e Anna in Tra Chi Beve (E Chi È Bevuto), le venature etniche di Motoribelle propulse da un basso grintosissimo, il flauto rinascimentale di Solo Momenti.
D'altra parte il gruppo paga il suo obolo alla canzone di protesta con Dejala Ir (con intro jazzato e stacco da chanson parigina anni 5O) e al folk-rock convenzionale con la ballata cadenzata di Sto Semplice, si esalta in Tsunami (un mix fra reggae e hip-hop) e nel country di Carni Miste con profumi di West Coast, raggiunge la vetta col madrigale di Volando Con Le Sule (intro ambient del flauto e inserti impressionistici di chitarra) che col suo tono rilassato ed evocativo è il pezzo migliore dell'album. Ottime le armonie vocali, più da angry young man quella di Memme, più barricadiera quella di Anna. Sugli scudi Marco Marini e il suo flauto leggendario e Daniele Burchi, chitarrista preciso e puntuale.
Arrangiamenti professionali e grande lavoro in studio (agli Ultrabong Studios). L'album dei Delirememami é un mix fervido di musica popolare e cantautorato con anima e cuore schierati in prima fila.
© www.delirememami.it - Tutti i diritti sono riservati - tutti@delirememami.it
Riferimento Daniele Burchi BRCDNL77M14G702G

home | band | discografia | foto | concerti | video | press | contatti | mappa del sito | informativa privacy

Realizzazione sito web Ylenia Montecalvo